Pagamenti elettronici: azzerate le commissioni sugli acquisti fino a 5 euro Nuovo accordo tra Governo e operatori del settore

 

di  Valerio Chiusano

La lotta all’evasione fiscale parte dalle piccole transazioni quotidiane, per questa ragione si è giunti ad un accordo tra Il Governo e gli operatori del settore (banche, commercianti), in base al quale verranno azzerate le commissioni sugli acquisti fino a 5 euro con pagamento elettronico.

Pagamento tramite Pos: vantaggi per commercianti e consumatori

Fare colazione al bar con caffè e cornetto sarà ancora più semplice con la carta di credito, poichè il cliente farà una transazione utile ad avere il bonus sull’uso della moneta elettronica fruibile con un numero minimo di operazioni, mentre il gestore del locale non pagherà le commissioni sull’utilizzo del Pos.

Sembra, infatti, da un’indagine dell’Osservatorio Credito Confcommercio che il 67% delle imprese consideri “non vantaggiosa” l’accettazione delle carte di credito e debito: il primo motivo di insoddisfazione (95%) è legato proprio ai costi di gestione e delle commissioni. Circa la metà degli esercenti si è rivolto alla propria banca per trattare una riduzione delle commissioni, ma il 60% non ha ricevuto soddisfazione. Il 75% degli esercenti considera prioritaria la riduzione dei costi nell’ottica di una spinta generale alla diffusione delle carte, ma non si riferisce soltanto alle commissioni: il 23% per esempio chiede di ridurre i costi di installazione e gestione.

Quindi, l’accordo  per azzerare i costi di commissioni su acquisti fino a 5 euro rientra nel piano Cashless con cui si punta a potenziare l’uso di carte di credito, Bancomat, app o bonifici a discapito dei contanti. Il Bonus Pos entrerà in vigore dal  1° dicembre 2020, attraverso tale manovra si rimborserà ai consumatori il 10% delle spese sostenute con strumenti tracciabili per un massimo di 3.000 euro all’anno, il che garantirà un rimborso di 300 euro.

Il bonus verrà accreditato sul conto corrente del consumatore ogni sei mesi, la prima volta a giugno e la seconda a fine anno. Occorrerà aver fatto almeno 50 transazioni in un semestre: ecco perché conviene pagare con carta di credito anche il caffè al bar, visto che, oltretutto, grazie all’accordo di ieri, l’esercente non pagherà le commissioni sul Pos per le operazioni fino a 5 euro. Non vengono considerati, però, gli acquisti online, visto che lo scopo del bonus è quello di eliminare progressivamente l’utilizzo dei contanti.

Un anno neifatti

Oggi neifatti.it compie un anno. Il suo primo anno di vita. Conservo tra i ricordi migliori l’emozione dei giorni che precedevano il lancio.

Un anno in cui personalmente mi sono divertito, ho ritrovato la passione per il mestiere che Continua a leggere