giovedì, Maggio 30, 2024
HomeCelebritàRachel McAdams e la pausa dal cinema: i ruoli rifiutati

Rachel McAdams e la pausa dal cinema: i ruoli rifiutati

Rachel McAdams ha rivelato la sorprendente serie di film di successo che ha rifiutato durante un hiatus di due anni negli anni 2000.

Nel 2006, la McAdams veniva acclamata come “la prossima Julia Roberts” dopo il successo nei film amati come Mean Girls e The Notebook. Tuttavia, dopo aver rifiutato di apparire nuda per una sessione fotografica per Vanity Fair insieme a Scarlett Johansson e Keira Knightley quell’anno, McAdams volò a casa in Canada.

Secondo una recente intervista con il quotidiano Bustle, Rachel ha “trascorso il suo tempo andando in bicicletta intorno a Toronto, trascorrendo del tempo con la famiglia e ricollocandosi”. Secondo la rivista, l’attrice ha rifiutato cinque grandi film tra il 2006 e il 2008 durante il suo “intervallo”: Il Diavolo veste Prada, Casino Royale, Mission: Impossible III, Iron Man e Get Smart.

Cosa ha detto l’attrice a riguardo?

“Ogni tanto penso che ‘mi sarebbe piaciuto farlo'”, ha detto Rachel McAdams. “Ma mi fermo e dico: ‘Quella era la persona giusta per quel ruolo'”. Tutti e cinque i film sono diventati successi al botteghino, guadagnando un totale combinato di circa $2.15 miliardi di dollari.

Della sua pausa di due anni da Hollywood, l’attrice ha detto: “Mi sentivo in colpa per non avere sfruttato l’opportunità che mi veniva data, perché sapevo di essere in una posizione così fortunata. Ma sapevo anche che non era esattamente in sintonia con la mia personalità e con quello di cui avevo bisogno per rimanere sana di mente”.

Rachel McAdams: una star che non ha mai amato i riflettori

Rachel McAdamsha precedentemente affermato di “non aver mai davvero voluto essere una grande star del cinema. Il regista di Il Diavolo veste Prada ha recentemente confermato che McAdams ha rifiutato il ruolo principale di Andrea Sachs tre volte. Questo ruolo, in seguito, sarebbe stato offerto ad Anne Hathaway. “Lo studio era determinato ad averla, ma lei era decisa a non farlo”, ha detto Frankel. Inoltre, nella sua copertina di Bustle, Rachel McAdams è stata elogiata per aver mostrato i suoi peli delle ascelle durante un servizio fotografico minimamente modificato.

RELATED ARTICLES

Ultimi Articoli