sabato, Giugno 22, 2024
HomeCuriositàVasi della dinastia Qing svenduti per £20, ma ne valgono £50,000: saranno...

Vasi della dinastia Qing svenduti per £20, ma ne valgono £50,000: saranno messi all’asta

Una coppia di vasi della dinastia Qing è stata comprata come parte di un lotto di ceramiche da un negozio di oggetti di seconda mano di Londra per £20 e potrebbe essere venduta per un valore fino a £50.000.

L’acquisto al negozio dell’usato

I due vasi imperiali cinesi doucai “loto e crisantemo” andranno all’asta presso Roseberys a Londra il 16 maggio.

La tecnica di pittura su porcellana doucai è stata utilizzata nella precedente dinastia Ming, dove i disegni vengono delineati in blu prima di essere smaltati, ha detto Bill Forrest, direttore associato e responsabile delle opere d’arte cinesi, giapponesi e del sud-est asiatico di Roseberys, a CNN giovedì.

“Hanno sicuramente una presenza difficile da spiegare”, ha detto Forrest. “Un buon pezzo di porcellana imperiale è così ben fabbricato, così ben prodotto con tale abilità e cura, che emanano una presenza che è molto difficile da spiegare“. La tecnica di pittura utilizzata sui vasi è chiamata “doucai”.

La porcellana imperiale cinese è “rara” e non compare spesso, essendo stata commissionata solo per la Corte Imperiale, ha detto Forrest.

I vasi delicatamente dipinti, alti 11,5 centimetri (4,5 pollici), mostrano teste di crisantemo in fiore e foglie di loto avvolgenti in vivaci colori smaltati rosso, giallo e verde con una sotto-smaltatura blu.

Anche se non è stato trovato un prototipo per questo particolare design, il motivo è riconosciuto su ciotole che sono state scavate dai forni imperiali Ming, secondo la descrizione. Secondo Forrest, il venditore dei vasi, che non è stato nominato, è un “appassionato collezionista” di oggetti in ceramica. Ha visto gli oggetti in un negozio di oggetti di seconda mano l’anno scorso e ha “dovuto acquisirli”, senza neanche conoscere il loro valore.

“Credo che chiunque si trovi in presenza di porcellana imperiale cinese, indipendentemente dalla propria esperienza, si sentirà attratto da loro su qualche livello”, ha detto Forrest.

È stato solo quando il venditore ha cercato l’iscrizione trovata su una etichetta alla base di uno dei vasi – “Qianlong” – che ha realizzato il potenziale significato della porcellana. Ha quindi portato gli oggetti alla casa delle aste per l’ispezione. Entrambe le basi sono timbrate con il sigillo a sei caratteri.

I vasi della dinastia Qing dal valore inestimabile

Qianlong è stato il quarto imperatore della dinastia Qing che regnò per sei decenni.

“Il mio cuore si spezza quando leggo di oggetti cinesi venduti attraverso i negozi di beneficenza per una misera somma”, ha detto Forrest. Ma ha aggiunto che la porcellana cinese è un campo molto specializzato e, considerate le donazioni ricevute dalle associazioni di beneficenza, i lavoratori delle associazioni stesse possono essere perdonati per non considerarli.

Tuttavia, ha detto che il venditore donerà una “parte significativa” dei profitti alla carità che possedeva il negozio di beneficenza, anche se non è stata specificata una somma esatta.

Vasi con lo stesso design sono stati venduti in passato all’asta. Una coppia accompagnata dalle loro coperchie è stata venduta a Sotheby’s London per £277,200 (circa $347,000) nel novembre 2021.

RELATED ARTICLES

Ultimi Articoli