giovedì, Maggio 30, 2024
HomeSpettacoloSciopero degli attori: dopo quasi 5 mesi viene finalmente raggiunto un accordo....

Sciopero degli attori: dopo quasi 5 mesi viene finalmente raggiunto un accordo. Ecco che cosa prevede!

Dopo oltre cinque mesi di sciopero degli attori, gli sceneggiatori e gli studi di Hollywood hanno finalmente raggiunto un compromesso. Il sindacato Writers Guild of America ha annunciato che un accordo sul nuovo contratto triennale degli scrittori di cinema e televisione è stato raggiunto.

L’accordo, se ratificato dalla maggioranza dei membri della WGA, metterà ufficialmente fine alla lunga mobilitazione che ha avuto inizio il 2 maggio. Questo evento segna una svolta significativa per l’industria cinematografica, aprendo le porte a una nuova fase di collaborazione e produzione creativa.

Vediamo insieme nel dettaglio, che cosa comporta questo accordo e se entrambe le parti sono soddisfatte.

L’intervento del governatore dello Stato Gavin Newsom

Gli economisti hanno stimato che la vertenza in corso abbia causato una perdita economica pari a cinque miliardi di dollari per lo Stato della California. Questo impatto significativo ha indotto il governatore Gavin Newsom a intervenire direttamente nella questione.

Dal giovedì, il governatore ha iniziato a contattare quotidianamente i principali negoziatori e dirigenti coinvolti nel negoziato per garantire una risoluzione rapida e favorevole della situazione.

Grazie all’impegno del governatore e delle parti coinvolte, è possibile sperare in una svolta positiva nella vertenza in corso e nella ripresa economica della California. Non resta che vedere se l’accordo soddisferà tutti, garantendo il termine degli scioperi e la ripresa lavorativa a pieno regime.

Ancora sciopero degli attori

Tuttavia, la situazione è diversa per lo Screen Actors Guild, il sindacato degli attori, che rimane in sciopero. Gli studios saranno costretti a riprendere i negoziati che erano stati interrotti a metà luglio.

Fran Drescher, presidente del SAG-AFTRA, aveva esplicitamente dichiarato: “Non avevamo altra scelta. Noi siamo le vittime in questa situazione. Siamo vittime di un’entità molto avida”.

Lo sciopero degli attori ha immediatamente paralizzato la produzione di film e serie TV, che già era stata rallentata dalla protesta degli sceneggiatori. La situazione rimane tesa e le conseguenze negative sulla produzione cinematografica e televisiva sono drammatiche.

Sciopero degli attori: le manifestazioni

Attrici e attori famosi di Hollywood, come Susan Sarandon, Jason Sudeikis e Kevin Bacon, hanno scelto di esprimere il loro sostegno allo sciopero del SAG-AFTRA attraverso manifestazioni sulle strade delle città americane. Nel frattempo, all’80ª edizione della Mostra del Cinema di Venezia, l’attrice Jessica Chastain ha indossato una t-shirt che faceva un esplicito riferimento al movimento scioperante.

Mentre si aspetta una risoluzione dei contrasti tra attori e produttori, anche importanti eventi come gli Emmy Awards sono stati rinviati. Questo dimostra il significativo impatto dello sciopero sul panorama cinematografico e televisivo, suscitando il sostegno e l’attenzione di personaggi influenti e di rilievo nell’industria dell’intrattenimento.

RELATED ARTICLES

Ultimi Articoli