martedì, Febbraio 20, 2024
HomeMotoriDalla Concept Centoventi alla Nuova Panda: Un Viaggio nel Design Innovativo di...

Dalla Concept Centoventi alla Nuova Panda: Un Viaggio nel Design Innovativo di Fiat

Il settore automotive sta vivendo un periodo di intensa anticipazione a seguito della comparsa di alcuni intriganti disegni di brevetti online che potrebbero preludere all’arrivo di una nuova generazione della Fiat Panda. Tuttavia, è doveroso mantenere un atteggiamento cauto, ricorrendo al condizionale, poiché non è stata fornita alcuna conferma ufficiale circa la corrispondenza di questi disegni con il nuovo modello della Panda o con un altro potenziale veicolo del marchio Fiat. Dai disegni emergono elementi che suggeriscono una parentela con la piattaforma Smart di Stellantis e con la Citroën ë-C3, nonostante ciò, il veicolo si distingue per un design audace che si immerge nel territorio dei crossover, distanziandosi significativamente dallo stile iconico della Panda e dal concetto esplorato con la Centoventi.

La nuova frontiera elettrica di Fiat

L’industria automobilistica sta assistendo all’affermarsi di una “Grande Panda” o “Pandona”, termini affettuosi con cui si riferisce a questo potenziale nuovo modello elettrico di Fiat. Questo veicolo amplierà la gamma offerta dalla casa automobilistica, proponendosi come un’opzione ecocompatibile che coesisterà con la generazione attuale della Panda, rispondendo alla crescente domanda di veicoli sostenibili.

Analisi dei dettagli progettuali

Nonostante manchi la conferma ufficiale, l’esame dei disegni di brevetto rivela particolari che suggeriscono un modello prossimo alla fase di produzione. Si notano elementi come serrature sulle maniglie delle portiere e specchietti esterni, caratteristiche tipiche delle auto destinate alla commercializzazione. Inoltre, l’aspetto esteriore rivela una continuità con la Panda corrente attraverso i gruppi ottici posteriori che mantengono la famosa forma “squircle”, mentre i collegamenti con la concept Centoventi sono evidenti nel design anteriore con particolari come i fari snelli e la striscia LED che unisce i gruppi ottici anteriori, rispecchiando il linguaggio stilistico del prototipo. I paracolpi laterali in plastica, elementi che si ispirano allo stile della Centoventi e della Panda di terza generazione, testimoniano una notevole revisione stilistica per adattarsi alla piattaforma Smart.

Attesa per il debutto

La data di presentazione della nuova Panda, a condizione che tale sia il nome scelto, dovrebbe coincidere con il 125° anniversario di Fiat, previsto per l’11 luglio. Inizialmente verrà lanciata come veicolo esclusivamente elettrico, ma è prevedibile che, seguendo la tendenza delle altre auto sviluppate sulla piattaforma Smart Car, saranno successivamente introdotte varianti con motorizzazione termica, tra cui il motore turbo benzina 1.2 con diverse soluzioni di elettrificazione.

Prestazioni e autonomia della versione elettrica

Si presume che la Panda elettrica possa offrire specifiche tecniche simili a quelle della Citroën ë-C3, impiegando una batteria al litio-ferro-fosfato da 44 kWh e un motore anteriore da 113 CV. Questa configurazione dovrebbe assicurare un’autonomia di circa 320 km e consentire ricariche rapidissime, passando dal 20% all’80% in appena 26 minuti tramite colonnine da 100 kW. È ipotizzabile inoltre l’introduzione di una versione base con batteria di capacità ridotta, allestimento semplificato e un prezzo di attacco più contenuto.

Posizionamento sul mercato e prezzi

Il listino prezzi per la nuova Panda elettrica dovrebbe essere allettante, con un attacco di gamma inferiore ai 25.000 euro per la versione con batteria da 44 kWh, allineandosi alla Citroën ë-C3 che parte da 23.900 euro. Per le versioni a benzina, si prevede un ulteriore abbattimento del prezzo, collocandosi al di sotto della soglia dei 20.000 euro.

La produzione in Serbia

La produzione del nuovo modello avverrà all’interno dello stabilimento Stellantis di Kragujevac, in Serbia, che attualmente si occupa della Fiat 500L. Tale decisione è stata confermata dal presidente serbo Aleksandar Vučić. La produzione della Panda con motore a combustione interna proseguirà a Pomigliano d’Arco fino al 2026. Le strategie future e le scelte geopolitiche di Stellantis influenzeranno l’eventuale esclusività della produzione serba per la Panda elettrica o la possibile estensione ad altri siti produttivi.

RELATED ARTICLES

Ultimi Articoli