giovedì, Maggio 30, 2024
HomeAttualitàGordon Lightfoot, cantautore canadese, muore all'età di 84 anni

Gordon Lightfoot, cantautore canadese, muore all’età di 84 anni

Il cantautore canadese Gordon Lightfoot, famoso per successi folk-pop come If You Could Read My Mind e The Wreck of the Edmund Fitzgerald, è morto all’età di 84 anni, come annunciato dalla sua famiglia.

Il decesso

La sua storica pubblicista Victoria Lord ha detto che Lightfoot è deceduto in un ospedale di Toronto la sera del lunedì.

Definito una “raro talento” da Bob Dylan, molti artisti hanno interpretato le canzoni di Lightfoot, tra cui Elvis Presley, Barbra Streisand, Harry Belafonte, Johnny Cash, Anne Murray, Jane’s Addiction e Sarah McLachlan.

La maggior parte delle sue canzoni erano profondamente autobiografiche. La sua canzone del 1975 The Wreck of the Edmund Fitzgerald raccontava la fine di una nave da carico delle Grandi Laghi, e la Canadian Railroad Trilogy del 1966 rappresentava la costruzione della ferrovia.
“Semplicemente scrivo canzoni su dove mi trovo e da dove vengo”, ha detto. “Prendo situazioni e ne scrivo poesie”.

Spesso descritto come un poeta narratore, Lightfoot è sempre stato consapevole della sua influenza culturale, un ruolo che ha preso seriamente.

“Mi piace solo restare lì e far parte del totem e prendere cura delle responsabilità acquisite nel corso degli anni”, ha detto in un’intervista del 2001.

Lightfoot ha iniziato a cantare nel coro della sua chiesa e ha sognato di diventare un musicista jazz. All’età di 13 anni, ha vinto un concorso di talenti al festival musicale dei Kiwanis, tenutosi alla Massey Hall di Toronto.

“Ho un ricordo vivido dell’emozione di essere davanti al pubblico”, ha detto in un’intervista del 2018. “Per me era una pietra miliare”.

La biografia di Gordon Lightfoot

Ha suonato la sua prima chitarra nel 1956 e ha cominciato a sperimentare nella composizione di canzoni nei mesi successivi.

A 18 anni, si trasferì negli Stati Uniti per studiare musica per un anno. Ma la vita a Hollywood non era adatta a lui e presto Lightfoot tornò in Canada. Si impegnò a trasferirsi a Toronto per perseguire le sue ambizioni musicali, accettando qualsiasi lavoro disponibile, compreso un impiego in banca.

Il suo primo ingaggio fu al Fran’s Restaurant, un diner di proprietà familiare nel centro città che si adattava alle sue sensibilità folk.

Nel 1964, stava guadagnando buone parole in città e il pubblico cominciava ad aumentare. L’anno successivo, la canzone di Lightfoot I’m Not Sayin’ era un successo in Canada, che gli ha aiutato a diffondere il suo nome negli Stati Uniti.

Con la fine del boom della musica folk alla fine degli anni ’60, Lightfoot stava già passando dal folk al pop. Nel 1971, ha fatto la sua prima apparizione nella classifica Billboard con If You Could Read My Mind, arrivando al numero 5 e generando una serie di cover.

La popolarità di Lightfoot ha raggiunto il suo apice a metà degli anni ’70 quando sia il singolo che l’album Sundown hanno raggiunto la cima delle classifiche di Billboard, la prima e l’unica volta che abbia ottenuto questo risultato.

Lightfoot ha ricevuto cinque nomination ai Grammy nel corso degli anni e ha vinto 17 Juno Award, l’equivalente canadese.

Durante la sua carriera, Lightfoot ha sofferto di diversi problemi di salute, tra cui la paralisi di Bell, l’alcolismo e un’arteria scoppiata nello stomaco che lo ha fatto cadere in coma per sei settimane nel 2002.

Nel 1986, è stato inserito nella Canadian Recording Industry Hall of Fame, oggi Canadian Music Hall of Fame. Nel 1997 ha ricevuto il premio del Governatore Generale ed è stato introdotto nella Canadian Country Music Hall of Fame nel 2001.

RELATED ARTICLES

Ultimi Articoli