venerdì, Settembre 22, 2023
HomeSpettacoloVideocittà: al Gazometro di Roma torna il festival della cultura digitale

Videocittà: al Gazometro di Roma torna il festival della cultura digitale

Dal 13 e al 16 luglio si svolgerà il festival Videocittà, giunto alla sua quarta edizione, ideato da Francesco Rutelli e diretto da Francesco Dobrovich, che esplorerà le forme più avanzate dell’audiovisivo e dei linguaggi digitali nell’ambito culturale nazionale e internazionale.

Il festival, che ha raggiunto un grande successo nel corso dell’anno scorso con oltre 15.000 presenze, si terrà ancora una volta nella più grande area di archeologia industriale d’Europa: il Gazometro di Roma.

La nuova edizione sarà incentrata sul tema della Transizione, intesa come processo partecipato e condiviso basato su scelte pragmatihe e concrete. Inoltre, oltre al suo aspetto artistico, il festival si propone come mezzo di diffusione di valori etici e civici.

Il programma dell’evento Videocittà sarà arricchito da quattro giorni di contaminazioni artistiche che spazieranno tra creazioni immersive, videoarte, talks, live musicali, e av performances, il tutto pensato per porre il pubblico al centro di un’esperienza collettiva che trasporta da quello reale a quello digitale.

Quest’anno, lo spettacolo inaugurale, curato dallo studio artistico internazionale Sila Sveta, una realtà di produzioni multimediali all’avanguardia, sarà un’opera site-specific chiamata Mater Terrae.

La performance investirà il cilindro metallico più grande del Gazometro attraverso un vortice di proiezioni video in stretto dialogo con le musiche originali di uno dei maggiori esponenti innovativi della musica italiana, il produttore e compositore Mace.

Il tutto prenderà vita in un ambiente che si estenderà su un’area di oltre 3000 mq, offrendo una delle esperienze immersive più emozionanti mai realizzate.

Il programma delle serate di Videocittà

Anche quest’anno, il festival ha riservato un ampio spazio alla Videoarte con una rassegna dedicata di tre serate, curata da Damiana Leoni e Rä di Martino. La prima serata sarà dedicata all’artista greca Janis Rafa, che presenterà i suoi lavori più rappresentativi degli ultimi 10 anni, tra cui il noto “Lacerate”.

La seconda serata invece sarà dedicata a una selezione di opere video provenienti dalla Collezione di Videoarte del MAXXI – Museo nazionale delle arti del XXI secolo. Infine, nell’ultima serata verrà presentato l’ultimo capitolo di “Black Med”, un progetto in continua evoluzione di Invernomuto.

All’interno dell’intero programma del festival, troveranno un ruolo centrale anche gli approfondimenti culturali attraverso una serie di Talk sulle grandi tematiche della comunicazione attuale.

Uno di questi approfondimenti sarà focalizzato sul rapporto tra i nuovi media e i creatori digitali, presentato da The Jackal e Onemore Pictures attraverso il progetto “The Jackal Meta show”, un live show che combina le più moderne tecnologie audiovisive e l’universo dei metaversi.

Il 14 luglio, in anteprima assoluta in streaming, Aurora Leone e Gianluca Fru di The Jackal racconteranno al pubblico lo sviluppo del progetto, svelando in esclusiva alcuni dettagli dello show. Saranno inoltre organizzati tre incontri guidati dall’esperto di giornalismo Alessandro Luna che avranno come tema il rapporto tra informazione e nuovi media.

Nicolas Ballario, studioso di arte contemporanea applicata ai media, invece, sarà il moderatore di una serie di incontri sul tema dell’intrattenimento e del video. Infine, la conduttrice radiofonica, blogger e autrice Daniela Collu si occuperà di alcuni incontri con gli artisti presenti al festival.

RELATED ARTICLES

Ultimi Articoli