giovedì, Febbraio 29, 2024
HomeAttualitàDonald Trump sotto accusa per la quarta volta in un anno: una...

Donald Trump sotto accusa per la quarta volta in un anno: una strategia politica o pura coincidenza?

L’ex presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, si è trovato ad affrontare ben quattro incriminazioni quest’anno, ma ciò non sembra intaccare la sua posizione di favorito per la nomination repubblicana alle elezioni presidenziali del 2024.

Il martedì scorso, Trump, ancora considerato il principale contendente del GOP per il 2024, è stato incriminato da accuse a livello statale provenienti dalla Contea di Fulton, in Georgia. Insieme a lui, sono stati incriminati anche l’ex capo dello staff della Casa Bianca, Mark Meadows, e gli avvocati Rudy Giuliani, Sidney Powell, Jenna Ellis, Kenneth Chesebro, Jeff Clark, John Eastman e altri, a seguito di un’ampia indagine.

Le accuse mosse nei confronti di Trump e degli altri imputati includono violazioni del Georgia RICO Act, sollecitazione di violazione del giuramento da parte di un pubblico ufficiale e varie forme di cospirazione, solo per citarne alcune.

La Procuratrice Distrettuale della Contea di Fulton, Fani Willis, ha concesso a Trump e agli altri 18 imputati tempo fino al 25 agosto per costituirsi. Durante una conferenza stampa tenutasi lunedì sera, Willis ha dichiarato di voler che il processo si svolga entro sei mesi.

Ma queste non sono state le prime incriminazioni per Trump quest’anno. Infatti, già nel mese di marzo è stato incriminato per la prima volta a seguito di un’indagine pluriennale condotta dal Procuratore Distrettuale di Manhattan, Alvin Bragg, riguardante pagamenti segreti effettuati durante la sua campagna presidenziale nel 2016.

A giugno, Trump è stato nuovamente incriminato a livello federale in relazione a un’indagine sui documenti classificati. L’ex presidente ha sostenuto di essere innocente rispetto alle 37 accuse penali mosse contro di lui in quella specifica indagine.

Il mese scorso, il 27 luglio, Trump è stato incriminato di ulteriori tre capi d’accusa come parte di un atto d’accusa sostitutivo emesso a seguito dell’indagine di Smith.

E non è finita qui. Il 1° agosto, Trump è stato incriminato anche su quattro accuse federali derivanti dall’indagine di Smith sulle violenze del 6 gennaio.

Tuttavia, gli alleati di Trump hanno sottolineato il tempismo delle incriminazioni, evidenziando che tutte le accuse mosse contro l’ex presidente sono arrivate subito dopo importanti sviluppi nelle indagini federali riguardanti Hunter Biden e le indagini condotte dal Congresso sui rapporti d’affari della famiglia Biden.

Nel frattempo, gli ultimi sondaggi mostrano Trump in testa alla folta schiera di candidati alle primarie repubblicane del 2024. Secondo la media di RealClearPolitics, Trump guida il campo con un vantaggio di 39,7 punti, seguito dal governatore della Florida, Ron DeSantis.

In una diretta sfida tra Trump e Biden, la media RCP indica che Biden è al 44,8% mentre Trump al 44,1%.

Trump stesso ha dichiarato a Fox News Digital che queste accuse politicamente motivate avrebbero potuto essere avanzate quasi tre anni fa, ma sono state deliberate proprio nel bel mezzo della sua campagna politica, nella quale sta superando tutti gli altri candidati repubblicani e superando nettamente Joe Biden in quasi tutti i sondaggi.

RELATED ARTICLES

Ultimi Articoli