giovedì, Giugno 20, 2024
HomeSportAtletica, grave lutto: muore l'ex mezzofondista Flavia Ferrari, a soli 24 anni

Atletica, grave lutto: muore l’ex mezzofondista Flavia Ferrari, a soli 24 anni

Il mondo dell’atletica piange un’ineguagliabile perdita. Flavia Ferrari, ex mezzofondista azzurra nelle Nazionali giovanili, è morta improvvisamente mentre correva nel parco di Tor Tre Teste a Roma.

La giovane si è accasciata sull’erba e, nonostante l’allarme dato da alcuni passanti e l’intervento del personale medico del 118, non c’è stato nulla da fare. Flavia aveva un passato da atleta: aveva partecipato ad alcune maratone come mezzofondista della nazionale azzurra under 20.

Purtroppo, nel 2019 le fu diagnosticata una grave cardiopatia che l’aveva costretta ad interrompere l’attività agonistica. La morte della giovane è al momento oggetto di indagine da parte dei carabinieri. Sembra che il malore fatale abbia colto Flavia mentre si stava dedicando all’attività sportiva, dato che era in tenuta ginnica.

L’autopsia, disposta dalla magistratura e in programma nei prossimi giorni presso l’Istituto di medicina legale del policlinico di Tor Vergata, sarà l’unica in grado di fare luce sulle cause del decesso della ragazza.

Il ricordo della Fidel Lazio Atletica

La Fidal del Lazio ha deciso di ricordare la giovane ex atleta Flavia Ferrari attraverso le sue performance sportive. Flavia, tesserata con Libertas Castelgandolfo Albano e Studentesca, aveva vestito le maglie della FIDAL Lazio e della Nazionale.

Nonostante non potesse più praticare l’atletica a livello agonistico, la corsa e lo sport erano rimasti dentro di lei. Pochi ore prima della sua morte, Flavia aveva festeggiato sui social le sue dimissioni da una struttura sanitaria, una delle numerose che l’avevano accolta in questi anni per curarla e supportarla.

Questo percorso era stato documentato dalla giovane con foto e post, senza mai perdere il suo sorriso. Flavia era specializzata negli 800 e nei 1500 metri, ed era stata allenata da Daniele Troisi, presidente del CP Roma Sud.

Il suo ultimo tesseramento era con la Studentesca, che l’aveva accolta tra le sue file dopo l’esplosione con la Libertas Castelgandolfo Albano. La giovane aveva festeggiato anche convocazioni in nazionale giovanile sia per il doppio giro di pista che per i 1500 metri. La notizia della sua morte ha scosso profondamente il mondo dell’atletica.

Il presidente di FIDAL Lazio, Fabio Martelli, ha espresso il suo personale abbraccio alla famiglia di Flavia, alla sua mamma, al papà e al fratello, per un dolore che non si può neanche immaginare. La comunità sportiva è vicina a loro e a tutti coloro che hanno sempre amato e apprezzato Flavia come sportiva e giovane donna.

RELATED ARTICLES

Ultimi Articoli