venerdì, Settembre 22, 2023
HomeSpettacoloRaffaella Carrà: la mostra “Icona della pubblicità” conquista i visitatori

Raffaella Carrà: la mostra “Icona della pubblicità” conquista i visitatori

Il Museo Civico di Bari ospiterà la mostra “Tanti Auguri! Raffaella Carrà, icona della pubblicità”, dedicata alla celebre regina della televisione. La mostra, curata da Maria Paternostro e Silvia Minelli, è stata presentata lo scorso inverno presso lo spazio espositivo Informacittà – L’arte di comunicare di Firenze, riscuotendo un grande successo di pubblico. La versione esposta a Bari sarà ancora più ricca ed accattivante, per celebrare una delle icone più amate dell’immaginario pop.

Secondo le curatrici, l’esposizione rappresenta un omaggio a una grande donna di spettacolo. Conosciuta ed amata in tutto il mondo, le opere degli artisti sono ispirate alle pubblicità di cui è stata testimonial.

La Puglia, in particolare, ha sempre rappresentato un luogo del cuore per Raffaella Carrà, che ha sempre dimostrato un grande attaccamento spirituale alla regione. Questo amore è stato ricambiato dai pugliesi con la creazione del primo murales italiano dedicato alla celebre artista, opera di Giuseppe D’Asta.

Maria Paternostro ha sottolineato l’importanza di raccontare la figura di Raffaella Carrà. A due anni dalla sua scomparsa, queste opere di artisti di tutto il mondo, si sono ispirate alla sua simpatia, empatia, bellezza e professionalità. La Carrà è stata un personaggio amato da tutti, sensuale ma mai volgare, intelligente ma mai arrogante, semplice ma mai banale, leggera ma mai superficiale.

Raffaella Carrà: una vita all’insegna dello spettacolo

Raffaella Maria Roberta Pelloni, nata a Bologna nel 1943, ha fatto il suo debutto in televisione nel 1961. Tuttavia, il suo grande successo è arrivato solo nel 1970, quando ha partecipato a Canzonissima diventando la prima showgirl della televisione dell’epoca.

Raffaella Carrà è stata un’icona di stile e una regina della televisione, con il suo inconfondibile caschetto biondo che ha influenzato la moda e le pettinature degli anni ’60 e ’70. Ha partecipato e condotto numerosi programmi televisivi con grande educazione e brillantezza, dimostrandosi anche molto impegnata socialmente. Inoltre, è stata protagonista di molte campagne pubblicitarie, diventando uno dei personaggi più amati del nostro paese.

La mostra dedicata a Raffaella Carrà è molto varia e colorata, con opere grafiche di artisti provenienti da tutto il mondo, tra cui Kelly K. dalla Grecia, Gabriel Ebensperger dal Cile, Daria Derakhshan dalla Persia, Zelda Bomba dalla Francia, Simon The Graphic, Il Grande Flagello, Stefano Menicagli, Andrea Giacopuzzi, Elisabetta Raineri e Andrea Mattiello dall’Italia.

La mostra include anche molti street artist, come la SuperRaffaella di Lediesis, i collage di Carla Bru, Laben con i suoi stencil e Miss Quark, che si è concentrata sul rapporto tra la straordinaria carriera di Raffaella Carrà e i tanti marchi della pubblicità di cui è stata testimonial.

Una sezione della mostra è dedicata ai fumettisti, tra cui Vauro e Donald Soffritti, insieme ad Audace Social Club e Giancarlo Covino, due disegnatori molto attivi sui social.

Infine, la mostra include un prezioso tributo di Steo Disney, che ha allestito le sue celebri bambole dedicate proprio a Raffaella Carrà. L’artista ha realizzato più di cento riproduzioni in scala 1:6 degli abiti portati da Raffaella nei suoi importanti show e balletti.

RELATED ARTICLES

Ultimi Articoli